Biblioteca di Storia della Medicina

Venezia, Scuola Grande di San Marco

Da una delle più importanti biblioteche antiche tra Oriente e Occidente cristiano, quella medioevale del Convento domenicano della Basilica Ss.Giovanni e Paolo di Venezia, è nata nel XIX secolo la Biblioteca oggi compresa nel Polo Culturale e Museale della Scuola Grande di San Marco.

Una biblioteca di storia della medicina, con oltre tredicimila volumi di inestimabile valore e di grande interesse per conoscere i mille percorsi della cura occidentale, tra medicina, chirurgia, anatomia, botanica, fitoterapia, mineralogia, zoologia ma anche filosofia, teologia.

Percorsi scanditi da grandi protagonisti, come Ippocrate, Galeno, Celso, Teofastro, Avicenna, Averroè, Fabrici d'Acquapendente, Vesalio e molti altri, le cui opere costituiscono i vari fondi librari custoditi.

Il primo volume della cui presenza nella biblioteca domenicana siamo certi è lo Speculum Historiale, ritenuto da molti studiosi la più importante enciclopedia medievale; esso fu donato alla fine del ‘200 dal domenicano Niccolò Boccassini divenuto poi papa col nome di Benedetto XI.

Il Trecento e il Quattrocento vedono Venezia affermarsi come capitale del libro, l’industria editoriale fiorisce e richiama personaggi come Aldo Manuzio; le biblioteche degli ordini religiosi si arricchiscono di manoscritti che vi vengono prodotti.

Alla fine del ‘400 la biblioteca dei domenicani di Ss. Giovanni e Paolo è diventata così prestigiosa che nel 1494 il Senato delibera che vi venga trasferito il lascito del cardinale greco Bessarione, di enorme importanza per la sua ricchezza e consistenza, e soprattutto per il suo significato politico e culturale.

Con questo lascito Bessarione proclama che la cultura greca non è morta con la caduta di Costantinopoli per mano turca nel 1453: essa continuerà a vivere non più a Bisanzio, ma nella città destinata ad essere la seconda Bisanzio: Venezia.

Dopo un periodo di relativo ripiego intellettuale, dalla seconda metà del ‘600 le biblioteche degli ordini religiosi rifioriscono; quella dei domenicani di S. Zanipolo viene rifatta in forme sontuose alla base delle quali sta il solido contenuto teologico formulato dai coltissimi domenicani.

Nel 1797, a seguito della conquista napoleonica, la Municipalità ordina che si raccolgano codici e volumi rarissimi da consegnare purtroppo, secondo quanto previsto dal trattato di pace, ai francesi. Anche la nostra biblioteca deve pagare il suo altissimo tributo. Nel 1807 il convento viene sgomberato, la biblioteca smantellata e i volumi dispersi. Ai Francesi subentrano poi gli Austriaci e, con la città, anche le Biblioteche conoscono cambiamenti di direzione e imposizioni sfavorevoli.

Nel 1819 nasce l’Ospedale civile ed assieme la sua Biblioteca che sarà infine collocata nei sontuosi locali della Scuola Grande di San Marco, rinascendo più recentemente nel 2013 grazie ad un ambizioso progetto di cultura medico-scientifica.

Oggi il patrimonio librario custodito è immenso e, ricco com’è di volumi rarissimi, è prezioso non soltanto per la storia della scienza ma anche per la stessa storia di Venezia.


La nostra Biblioteca di Storia della Medicina è ubicata in due siti tra loro collegati: nella solenne sede della Scuola Grande di San Marco, in Campo Ss.Giovanni e Paolo, ove si trova anche la prima sala lettura, e nella limitrofa sede del Polo Culturale e Museale ove si trovano i fondi delle cinquecentine e il più recente Fondo Le Corbusier, con la seconda sala lettura.

La Biblioteca è aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 16.00. Per contatti si può telefonare allo 041.5294323 oppure inviare una mail a scuolagrandesanmarco@aulss3.veneto.it.
Per l'accesso al servizio online si può cliccare su questo link.

Il servizio frontale e quello digitale sono gratuiti. Il servizio frontale deve essere richiesto almeno sette giorni prima della data desiderata e deve essere confermato dalla Segreteria della Biblioteca.
Ogni servizio deve essere richiesto, per ciascun libro, avvalendosi dell'apposito formulario disponibile ed inviabile in rete oppure reperibile presso la Segreteria della Biblioteca.

Informazioni

La Biblioteca di Storia della Medicina è ubicata in Campo Ss.Giovanni e Paolo in due siti tra loro collegati:

  • Scuola Grande di San Marco
  • Polo Culturale e Museale

Apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì,
dalle ore 10.00 alle ore 16.00

Contatti:

Il servizio frontale e quello digitale sono gratuiti. Il servizio frontale deve essere richiesto almeno sette giorni prima della data desiderata e deve essere confermato dalla Segreteria della Biblioteca.
Ogni servizio deve essere richiesto, per ciascun libro, avvalendosi dell'apposito formulario disponibile ed inviabile in rete oppure reperibile presso la Segreteria della Biblioteca.